21.12.2023 - Illuminato l'albero di Natale




Come da ormai consolidata tradizione, anche quest'anno la Ditta "Lucio Guagliata Luminarie" di Genova, che da quasi un decennio è tra i sostenitori del progetto "Coltiviamo il Benessere in Villa Gabrieli", ha offerto l'illuminazione natalizia della Magnolia prospiciente il laghetto del nostro parco.
Le luci dell'albero ci terranno compagnia, con la loro simbologia di speranza nel futuro, fino al termine del periodo Natalizio.
Ringraziamo ancora una volta e di cuore la ditta per la sensibilità e l'attenzione che continua a dimostrare nei confronti del nostro bel Parco e dei progetti che stiamo realizzando.





19.11.2023 - Prosegue la seconda fase di cura delle piante del Parco






Proseguono le operazioni della seconda fase degli interventi di cura delle piante ammalate del nostro parco.
In questi giorni sono in corso gli interventi in quota (mediante la tecnica del tree-climbing) per la verifica e la rimonda dei seccumi di un Cedrus Deodara accanto al laghetto e dei tre Cedrus Atlantica adiacenti al giardino terapeutico.
Anche questi interventi vengono svolti per conto di Fondazione CIGNO Onlus ed il loro costo verrà coperto con i proventi dell'apposita raccolta di fondi a suo tempo effettuata (e che è tuttora in corso).
Rinnoviamo il nostro grande ringraziamento a Danilo Canepa ed ai suoi collaboratori Andrea Lamberti e Fabio Franco, grandi amici del nostro Parco, che stanno svolgendo i lavori con grande passione e professionalità.
Ci aggiorniamo. Stay Tuned!



25.10.2023 - Iniziata la seconda fase di cura delle piante del Parco






Oggi, come da cronoprogramma elaborato nei mesi scorsi, sono iniziate le operazioni della seconda fase degli interventi di cura delle piante più gravemente ammalate (Sequoia Gigante e Cedro dell'Atlante) del nostro parco, consistenti in interventi di nutrizione mediante "iniezioni" di micorrize e biostimolanti nel substrato agrario circostante.
Nei giorni e mesi prossimi verrano effettuati interventi in quota (mediante la tecnica del tree-climbing) per la verifica e la rimonda dei seccumi di un Cedrus Deodara accanto al laghetto e dei tre Cedrus Atlantica adiacenti al giardino terapeutico.
Anche questi interventi, come quelli della Primavera scorsa, vengono svolti per conto di Fondazione CIGNO Onlus ed il loro costo verrà coperto con i proventi dell'apposita raccolta di fondi a suo tempo effettuata.
Un grande ringraziamento agli arboricoltori Danilo Canepa ed Andrea Lamberti, grandi amici del nostro Parco, che anche in quest'occasione hanno dimostrato una grande passione ed una spiccata professionalità nello svolgimento dei lavori.
Ci aggiorniamo presto. Stay Tuned!



17.06.2023 - I nostri Faggi Penduli... tra vent'anni.




Tra vent'anni i Faggi Penduli da poco messi a dimora nel nostro parco saranno più o meno come quello che vedete nella foto, che si trova in un'aiuola laterale alla stazione ferroviaria di Torino Porta Nuova (Foto: Paola Varese).



11.06.2023 - Cerimonia di dedicazione delle piante del Parco






Oggi pomeriggio, alle ore 18, si è svolta la cerimonia di dedicazione delle nuove piante del nostro Parco.
Alla presenza di numerose Autorità civili, politiche ed amministrative, si è svolta dapprima la presentazione delle varie attività che da oltre un anno vengono svolte all'interno del Parco e che hanno visto la nascita di una forte sinergia tra diverse realtà cittadine (Comune di Ovada, Lions Club Ovada, Rotary del Centenario, Associazione Nazionale Carabinieri, Consorzio Servizi Sociali, Istituti Scolastici cittadini, esercizi commerciali, ecc.) con Fondazione C.I.G.N.O. Onlus e con Associazione Vela O.d.v.. Tali sinergia e comunanza di intenti hanno permesso, da una parte, di addivenire ad una più che decorosa sistemazione del nostro parco e, dall'altra, alla creazione del Percorso Sensoriale, all'organizzazione di importanti eventi ed alla piantumazione di cinque nuove essenze arboree che, oggi, sono state dedicate ad altrettante persone, ormai non più con noi, che negli anni passati hanno dato un prezioso contributo alle nostre iniziative.
Le nuove piante, in particolare, sono state dedicate, rispettivamente:

- Una Sequoia Sempervirens (Sequoia Sempreverde) dedicata alla memoria di Giorgia Sansone da Fondazione Cigno e da Associazione Vela;
- Un Fagus Sylvatica Var.Pendula (Faggio Pendulo) dedicato alla memoria di Lello Bucchioni dal Lions Club International di Ovada;
- Un Fagus Asplenifolia (Faggio a foglia di felce) dedicato alla memoria di Peppino Colombo da Fondazione Cigno;
- Una Zelkova Carpinifolia (Olmo del Caucaso) dedicata alla memoria di Ada Bovone da Fondazione Cigno;
- Un Fagus Sylvatica Var.Pendula (Faggio Pendulo) dedicato alla memoria di Accursio Scorza da Fondazione Cigno.

Dopo la cerimonia di presentazione si è proceduto alla scopertura delle targhe delle nuove piante. L'Agronomo Dott. Alberto Mallarino e l'arboricoltore Danilo Canepa, grandi amici del nostro parco, hanno contestualmente illustrato ai presenti le caratteristiche dei nuovi alberi messi a dimora, che con la loro presenza ricorderanno ai posteri, nei decenni a venire, le persone a cui sono state dedicate, così come gli altri alberi, ormai più che centenari, ci ricordano ancora oggi le persone che realizzarono la villa ed il parco che ancora oggi noi tutti possiamo ammirare e frequentare, immergendoci in un'oasi di natura di rara bellezza e di serena tranquillità.
Cogliamo l'occasione per ringraziare qui tutti coloro (volontari, amici e collaboratori) che hanno reso possibile lo svolgimento della cerimonia.
QUI trovate alcune fotografie della manifestazione.



08.05.2023 - Effettuata la prima fase di cura delle piante del Parco




Nei giorni scorsi, a cura dell'arboricoltore Danilo Canepa, coadiuvato dal collega Andrea Lamberti, sono state effettuate le operazioni relative alla prima fase degli interventi di cura delle piante più gravemente ammalate (Sequoia Gigante e Cedro dell'Atlante) e di rimonda dei seccumi di altri alberi del nostro parco.
Per la Sequoia Gigante ed il Cedro dell'Atlante sono stati dapprima effettuati interventi di drenaggio e nutrizione (con micorrize e biostimolanti) del substrato agrario circostante e poi, per il Cedro, è stata effettuata l'operazione in quota di rimonda dei rami secchi.
Nell'occasione è stata anche rimossa una pianta di Ailanto infestante ormai totalmente disseccata e sono state svolte operazioni di rimonda dei rami secchi di altri alberi prospicienti la pubblica via, la cui eventuale caduta avrebbe potuto causare pericolo per la pubblica incolumità.
Gli interventi sono stati effettuati per conto di Fondazione CIGNO Onlus ed il loro costo verrà coperto con i proventi della apposita raccolta di fondi tuttora in corso, per la quale ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno contribuito e che contribuiranno in futuro.
La seconda fase dell'intervento (che interesserà anche altri alberi del parco che si trovano in condizioni di sofferenza) verrà effettuata nei mesi autunnali (presumibilmente ad Ottobre) e tutta la procedura dovrà essere ripetuta anche nel corso dei prossimi due-tre anni.
Un grandissimo ringraziamento a Danilo Canepa ed Andrea Lamberti per il lavoro, svolto con grande passione e spiccata professionalità.
Ci aggiorniamo ad Ottobre!
QUI trovate alcune fotografie dei lavori.



28.04.2023 - Messa a dimora una nuova pianta




Nel pomeriggio di oggi, a cura della Società Cooperativa Agricola Forestale "Forest" di Vignole Borbera, "Sponsor Oro" del progetto di Healing Garden di Villa Gabrieli, è stata messa a dimora una nuova pianta nell'ambito delle operazioni di sostituzione delle essenze arboree disseccate e rimosse negli anni precedenti.



Con quest'ultima messa a dimora si va a completare il progetto di Fondazione CIGNO, iniziato due anni fa, di sostituzione dei tre alberi che erano stati abbattuti dal maltempo nell'Ottobre 2018 e di altrettante piante che negli anni seguenti erano disseccate ed erano state eliminate.





Con la conclusione del progetto, sono state messe a dimora nel parco le seguenti nuove essenze arboree:
- n. 1 Zelkova Carpinifolia (messa a dimora il 14 Maggio 2021);
- n. 1 Magnolia Grandiflora Var. Gallisoniensis (messa a dimora il 14 Maggio 2021);
- n. 1 Sequoia Sempervirens (messa a dimora il 18 Novembre 2022);
- n. 2 Fagus Sylvatica Var. Pendula (messi a dimora il 24 Marzo 2023);
- n. 1 Fagus Asplenifolia (messo a dimora il 28 Aprile 2023).
Alcuni di questi nuovi alberi verranno dedicati, come già abbiamo accennato in passato, da Fondazione CIGNO Onlus e dal Lions Club di Ovada, a persone meritorie delle due associazioni che ci hanno purtroppo lasciato negli anni scorsi.
Si ringraziano, come sempre, la ditta "Forest" e le sue maestranze, il Dott. Alberto Mallarino, Il Dottore Forestale Francesco Repetto, il Dott. Pierguido Carretta, il nostro infaticabile Bruno che si occupa della manutenzione ordinaria del parco, e tutti coloro che ci supportano nella nostra opera di cura e valorizzazione del Parco. Grazie a tutti!



24.03.2023 - Messe a dimora due nuove piante




Nel pomeriggio di oggi, a cura della Società Cooperativa Agricola Forestale "Forest" di Vignole Borbera, che già dal 2015 è "Sponsor Oro" del progetto di Healing Garden di Villa Gabrieli, sono state messe a dimora due nuove piante nell'ambito delle operazioni di sostituzione delle essenze arboree disseccate e rimosse negli anni precedenti.



Le nuove essenze arboree messe a dimora oggi sono due esemplari di Faggio Pendulo ("Fagus Sylvatica var. Pendula") e sono state posizionate, rispettivamente, nell'area laterale destra all'ingresso principale del Parco e nell'aiuola centrale di fronte all'ingresso secondario pedonale.
La messa a dimora di una delle due nuove piante è stata resa possibile grazie ad un'iniziativa del Lions Club di Ovada, che ringraziamo di cuore.



Anche queste nuove essenze arboree, come la Sequoia messa a dimora nel Novembre scorso, verranno dedicate, da Fondazione CIGNO Onlus e dal Lions Club di Ovada, a persone meritorie delle due associazioni che ci hanno purtroppo lasciato negli anni scorsi. Vi terremo informati sulla data della cerimonia.
Si ringraziano, inoltre, la ditta "Forest" e le sue maestranze, il Dott. Alberto Mallarino, Il Dottore Forestale Francesco Repetto, il Dott. Pierguido Carretta, il nostro infaticabile Bruno, che si occupa della manutenzione ordinaria del parco, e tutti coloro che ci hanno supportato, e ci supportano, nella nostra opera di manutenzione e valorizzazione del Parco. Grazie a tutti!
QUI trovate alcune fotografie delle operazioni di posa.
Ma, come sempre, non finisce qui. Stay Tuned!



24.01.2023 - Il Giardino Terapeutico cresce...




Nella giornata di oggi sono state installate le nuove attrezzature del nostro Giardino Terapeutico dedicato alla memoria di Giorgia Sansone.
Le attrezzature consistono in una "Pedana Sali-Scendi" ed in una "Pedana Scalinata", che vanno ad integrare il Percorso Sensoriale già presente e serviranno per coadiuvare le persone in cura presso il vicino Ospedale nel recupero di traumi fisici, consentendo loro di effettuare attività motoria all'aperto in alternativa e/o supporto ai normali programmi di riabilitazione motoria.
Le attrezzature sono state fornite ed installate dalla ditta "Sarba S.p.A." di Fossoli di Carpi (Modena), azienda italiana leader del settore.
QUI trovate alcune fotografie delle operazioni di posa ed installazione.
Ovviamente, per ciò che riguarda il nostro Giardino Terapeutico, anche questa volta non finisce qui. Stay Tuned!



24.12.2022 - Nuovo Decespugliatore




Il Parco, tramite Fondazione C.I.G.N.O Onlus, ha ricevuto in dono per Natale un nuovo decespugliatore meccanico, che è stato offerto dalla ditta "Italvalv" di Basaluzzo (AL), Sponsor Super Plàtino dell'iniziativa "Coltiviamo il Benessere in Villa Gabrieli" volta alla realizzazione di un Giardino Terapeutico per i Malati del vicino Ospedale Civile.


Ora il nostro Bruno, che con dedizione ed impegno si occupa dei lavori di manutenzione ordinaria del Parco, potrà effettuare più agevolmente i piccoli interventi di taglio erba che finora sono stati effettuati manualmente.
Ringraziamo, di cuore, la ditta Italvalv, che dal 2015 sostiene fattivamente ed attivamente le nostre iniziative.

Cogliamo l'occasione per ringraziare sentitamente anche la ditta "Il Frutteto" di Ovada, che ormai da due anni offre quotidianamente la fornitura dell'insalata necessaria per il sostentamento degli animali del laghetto (Cigno, Anatre, Tartarughe, ecc.).


A tutti (sponsors, fornitori, sostenitori, volontari ed amici del Parco) vada il nostro grande ringraziamento e gli Auguri di Buone Feste!



16.12.2022 - Illuminato l'albero di Natale




Come in passato, anche quest'anno la Ditta "Lucio Guagliata Luminarie" di Genova, che ormai da sette anni è tra i sostenitori, come Sponsor Plàtino, del progetto "Coltiviamo il Benessere in Villa Gabrieli", ha offerto l'illuminazione natalizia di un albero (una Magnolia prospiciente il laghetto) del nostro parco.
L'albero illuminato ci terrà compagnia, con la sua simbologia di luce e di speranza nel futuro, fino al termine del periodo Natalizio.
Ringraziamo di cuore la ditta per la sensibilità e l'attenzione che sempre dimostra nei confronti del nostro bel Parco e dei progetti che stiamo realizzando.







18.11.2022 - Messa a dimora una nuova pianta




Nel pomeriggio di oggi, a cura della Società Cooperativa Agricola Forestale "Forest" di Vignole Borbera, che già dal 2015 è "Sponsor Oro" del progetto di Healing Garden di Villa Gabrieli, è stata messa a dimora una nuova pianta nell'ambito delle operazioni di sostituzione delle essenze arboree disseccate e rimosse negli anni precedenti.



La nuova pianta messa oggi a dimora è una Sequoia Sempreverde ("Sequoia Sempervirens"), è stata posta nell'area verde antistante il padiglione Ovest del parco, nella fascia laterale prospiciente l'area presso cui sta sorgendo il Percorso Sensoriale e, come quest'ultimo, è stata dedicata alla memoria di Giorgia Sansone. Alle operazioni di posa erano presenti i genitori di Giorgia.
Si ringraziano i genitori di Giorgia, la ditta "Forest" e le sue maestranze, il Dott. Mallarino, il Dott. Carretta, il nostro infaticabile Bruno che si occupa della manutenzione ordinaria del parco e tutti coloro che hanno reso possibile questa "new entry" botanica nel nostro stupendo parco. Grazie a tutti!
QUI trovate alcune fotografie delle operazioni di posa.
E comunque, anche questa volta, non finisce qui. Stay Tuned!



02.10.2022 - Inaugurato il Percorso Sensoriale!





È stato inaugurato oggi, Domenica 2 ottobre, il Percorso Sensoriale, primo allestimento del futuro "Giardino di Giorgia", realizzato in memoria Giorgia Sansone.
Erano presenti i genitori, il marito, il Sindaco di Ovada Paolo Lantero ed il Parroco MM.RR. Sac. Maurizio Benzi che ha impartito la benedizione agli operatori, ai volontari, ai malati ed a tutti i presenti.
Commosso è stato il ricordo di Giorgia.
Il Sindaco ha sottolineato l'importanza dell'esperienza ovadese nell'ambito dell'offerta sanitaria della Provincia in un lavoro di rete con un contributo all'eccellenza in oncologia e riabilitazione.
La Presidentessa di Fondazione CIGNO, Chiara Bagna, ed il Presidente di Associazione VELA, Enrico Cosmello, hanno poi evidenziato come l'inaugurazione del percorso sensoriale sia solo un piccolo iniziale passo che anticipa l'installazione di altre attrezzature e, soprattutto, sottintende l'importante lavoro che molti professionisti svilupperanno in futuro.
Hanno "inaugurato" il percorso, con grande entusiasmo e curiosità, le decine di bambini che hanno partecipato alla "Festa dei Nonni" che si è svolta contemporaneamente nel nostro bel parco con giochi, canti e balli, il tutto organizzato e condotto dalle "Maestre Kind Swans" ed ispirato alla Gentilezza, parola-chiave a cui sono dedicate le due panchine viola posizionate nei pressi del percorso sensoriale.
(Credit Photo: Serena DiFelice, F.Borsari)









01.08.2022 - Se non ci fosse l'ospedale...



Il titolo di questa news potrebbe avere diverse conclusioni (politiche, amministrative, sociali e tutte, ovviamente, negative), ma quello che vorremmo oggi sottolineare e rappresentare visivamente, è il "come" sarebbe il nostro parco se non fosse stato costruito il nuovo Ospedale di via Ruffini, per la realizzazione del quale, come ben sappiamo, è stata sacrificata una buona parte del parco ove insistevano le abitazioni e le aree di servizio alla villa.
Grazie alla cortesia dell'Accademia Urbense di Ovada, siamo venuti in possesso di alcune planimetrie originali realizzate dall'Arch. Michele Oddini nelle quali è ben visibile la sistemazione originale di tutta l'area. Ma il presentare, sic et simpliciter, quelle planimetrie (peraltro ricche di indicazioni tecniche, appunti autografi e misure) non avrebbe reso possibile un confronto "diretto" tra la situazione originale, del 1910, e la situazione attuale.
Abbiamo così pensato di "elaborare" graficamente una foto aerea, realizzata da Max Billia mediante riprese effettuate con un drone nello scorso mese di Giugno, per poter dare modo ai nostri lettori di confrontare direttamente come sarebbe il parco di Villa Gabrieli se non fosse stato edificato il nuovo ospedale.
Ecco quindi, qui di seguito, le due situazioni. La prima foto è attuale, la seconda rappresenta il parco nella sua versione "originale" adattata ai tempi odierni (credit: Max Billia - Elaborazione Grafica: F.Borsari):




Si, avete visto bene... c'era anche un campo da tennis situato nella zona a cui si accedeva da un primo cancello da via Ruffini. A lato del campo da tennis c'erano le cantine, di fronte c'era la serra. A fianco della serra c'era l'ingresso pedonale al parco, che era più o meno nella stessa posizione dell'ingresso pedonale attuale.
Dal secondo ingresso, posto più avanti, invece si accedeva alla casa dei custodi ed all'area destinata alle coltivazioni. In diverse aree ben definite si trovavano diversi filari di vite, alberi da frutta, aree coltivate ad orto ed alcune aiuole destinata alla coltivazione di fiori. Esisteva anche un pollaio per l'allevamento di pollame e per la produzione delle uova. Un muro perimetrale in mattoni recintava tutta l'area, che si trovava allora su di un terrapieno che, per la costruzione del nuovo ospedale, è stato completamente eliminato. Esistevano anche due vasche d'acqua, una di fianco all'ingresso pedonale ed un'altra, più artistica e di forma ovale, nell'area destinata a coltivazione.
Qui di seguito possiamo vedere, durante i lavori di costruzione dell'ospedale, il vecchio cancello originale, quello che dava accesso all'"area tennis" (credit: Accademia Urbense Ovada):


Questo, invece, era il vecchio ingresso pedonale. A destra potete vedera la vasca -coperta- dell'acqua (credit: Accademia Urbense Ovada):


Questa, infine, era la casa di abitazione dei custodi vista dall'area destinata alla coltivazione di fiori (credit: Accademia Urbense Ovada):


Tutto, per quei tempi, molto bello e gradevole. Purtroppo, con il passare dei decenni, tutta quest'area era stata progressivamente abbandonata, le aree erano incolte e gli edifici ormai cadenti; la serra era stata demolita ed il campo da tennis distrutto. Se non ci fosse l'ospedale, quindi, noi oggi al suo posto avremmo, con tutta probabilità, un'area dismessa, abbandonata ed in totale rovina.
Molto meglio -e sicuramente molto più utile- l'ospedale.



04.07.2022 - Percorso Sensoriale




Sono in corso i lavori di installazione del Percorso Sensoriale che rappresenta il primo passo verso la creazione dell'Healing Garden di Villa Gabrieli.
Il progetto è stato realizzato dal Dottore Forestale Francesco Repetto. La realizzazione è curata dalla ditta "Lottero p.a. Stefano" di Ovada.
Il percorso sensoriale rappresenta il primo lotto di un'area in cui verranno sistemate prossimamente anche altre strutture appositamente pensate e realizzate per favorire la riabilitazione dei malati del vicino Ospedale Civile.
Al termine dei lavori è prevista una cerimonia di inaugurazione, di cui vi informeremo dettagliatamente su queste pagine.



28.04.2022 - Sono tornati i cigni nel laghetto



(Credit Photo: Pupa Di Salvo)

Come gli abituali visitatori del parco avranno certamente notato, da alcuni giorni nel laghetto sono presenti due cigni neri. Uno di essi (Lucifer) è lo stesso cigno che era stato ospite per un paio di giorni nel nostro laghetto la scorsa estate e che era stato "mandato in villeggiatura" dopo la disavventura che aveva visto la sua compagna di allora (uno stupendo cigno reale bianco) rimanere vittima del comportamento inadeguato di persone che avevano fornito cibo dannoso (e purtroppo mortale) per la sua salute. Il secondo cigno nero è una femmina (Mazikeen) con cui Lucifer ha fatto coppia durante il periodo di villeggiatura e che, ovviamente, lo ha seguito in questa nuova casa presso il nostro laghetto.
A prescindere dalle origini pseudomitologiche dei loro nomi (che fanno riferimento ad una nota serie televisiva a sua volta ispirata da un comic-book di grande successo creato dagli statunitensi Gaiman e Jones nel 1990), i nostri due cigni hanno ben poco a che spartire con il capo dei Demoni e con la sua presunta compagna, peraltro specializzata in torture. I nostri due nuovi ospiti rappresentano, piuttosto, una gradevole immagine di pace, concordia ed amore che va ad inserirsi nel panorama di quiete, tranquillità ed armonia che caratterizza quest'angolo di particolare bellezza del nostro parco.
Sperando che i due cigni possano rimanere a lungo in questa loro nuova sistemazione per la gioia di tutti, grandi e piccini, visitatori del parco, non possiamo che ribadire, ancora una volta, che NON E' CONSENTITO (tranne che alle persone incaricate) dare cibo agli animali del laghetto. Le motivazioni di questo divieto le abbiamo già abbondantemente spiegate su questo sito ma, per chi se le fosse perse, le potete trovare QUI.



13.04.2022 - Ripristinata la lanterna del cancello




Nelle giornate di lunedì e martedì è stata ripristinata la lanterna sul pilastro di sinistra dell'ingresso del parco.
La lanterna era stata abbattuta dalla caduta di un albero nella notte tra il 29 ed il 30 ottobre 2018 (vedi qui), quando il forte vento aveva anche abbattuto tre grandi alberi che avevano distrutto una porzione della cancellata, già ripristinata negli anni scorsi.
L'artistica lanterna, del peso di oltre un quintale e che fa parte dello splendido complesso architettonico della grande cancellata, è stata perfettamente restaurata dalla ditta "Pestarino F.lli" di Gaggero Giuseppe & C. S.n.c. di Tagliolo Monferrato (che aveva già ripristinato nel 2019 la porzione di cancellata danneggiata). La sistemazione della sommità del pilastro (anch'essa danneggiata) e la rimessa in opera della lanterna sono state effettuate dalla ditta "Cavelli Costruzioni" di Acqui Terme. Tutto l'intervento di restauro e ripristino è stato svolto a cura della proprietà del parco (ASL-AL) sotto la supervisione dei Servizi Tecnici della stessa proprietà.
In questa pagina potete vedere alcune foto dei lavori.



27.03.2022 - Giornate FAI di Primavera 2022


Si sono svolte nelle giornate di Sabato 26 e Domenica 27 Marzo le "Giornate FAI di Primavera 2022".
Grande, e per certi versi anche superiore alle previsioni, è stato l'afflusso di visitatori che, nel corso delle visite guidate tenute dai "ciceroni" e dai volontari del Gruppo FAI di Ovada, hanno potuto apprendere notizie e curiosità sul nostro parco e sulla nostra villa nonché visitare il bellissimo parco scoprendone alcune interessanti curiosità.
Per la prima volta, inoltre, è stato anche possibile, grazie all'assenso della proprietà (ASL-AL), visitare alcuni locali interni della villa.
Ringraziamo tutti coloro che si sono adoperati, a diverso titolo ma con tanto impegno, per la perfetta riuscita di questa manifestazione.
Un ringraziamento particolare all' "ANC - Associazione Nazionale Carabinieri" di Ovada, che ha sede presso la Villa, per la preziosa ed indispensabile collaborazione.







(Photo Credit: Serena Difelice, Claudia Siri, aa.vv.)



09.11.2021 - Lavori d'Autunno.




Durante le scorse settimane, per disposizione dei Servizi Tecnici della proprietà (ASL-AL), sono stati effettuati alcuni lavori di sistemazione di parti di parco danneggiate e/o deterioratesi nei mesi precedenti. I lavori, effettuati dalla ditta Cavelli Costruzioni di Acqui Terme, hanno riguardato l'ingresso pedonale del parco (lato Ospedale), il padiglione Ovest (dove sono stati effettuati interventi di rinzaffo, rinforzo e ricostruzione), la cordolatura del pozzo vicino al laghetto ed il parapetto della scala dell'ingresso pedonale secondario (chiuso e non utilizzabile) su via Carducci, che presentava alcune colonnine divelte e danneggiate.
In questa pagina potete vedere alcune foto dei lavori.


25.08.2021 - Integrazione impianto illuminazione notturna.




Sono stati ultimati oggi i lavori di ampliamento ed integrazione dell'illuminazione notturna del parco. L'intervento ha riguardato la parte sud-est del parco, finora priva di adeguata illuminazione, e l'interno del padiglione ovest (gazebo).
I lavori sono stati effettuati, per la parte edile (scavo di collegamento e posa cavidotti) dalla ditta Pesce Costruzioni di Pesce Giampiero e Fabrizio S.n.c. e, per la parte elettrica (posa cavi ed installazione corpi illuminanti) dalla ditta Piana, Ravera & C. S.r.l..
Ringraziamo di cuore le ditte esecutrici dei lavori che hanno contribuito a rendere ulteriormente più gradevole e fruibile il nostro parco.





In questa pagina potete vedere alcune foto dei lavori.


25.08.2021 - Acqua potabile.




Nella giornata del 07.08 u.s., a poche ore dal decesso del Cigno Reale Bianco del nostro laghetto ed ancora prima che fosse eseguita l'autopsia (i cui risultati sono poi stati resi noti il giorno seguente), si è provveduto al prelievo di alcuni campioni dell'acqua del laghetto per verificarne i parametri di potabilità. Questo prelievo è stato effettuato a seguito di numerose illazioni apparse sui socialmedia, illazioni prive di ogni nesso di causalità a cui, in ogni caso, abbiamo voluto fornire le dovute -e scientifiche- smentite.
I campioni d'acqua sono stati analizzati da un laboratorio terzo ed indipendente che ha, per prima cosa, escluso la possibilità che le caratteristiche dell'acqua possano essere state la causa della morte del cigno. Per il resto, sulla base dei parametri rilevati nel corso delle analisi, l'acqua del laghetto si è rivelata entro i limiti della potabilità ed anche la carica batterica è risultata contenuta.
Con buona pace di tutti coloro che, per solo spirito di polemica, avevano già sicuramente individuato nell'acqua del laghetto la causa del decesso del cigno. Ad ogni buon conto, sottolineiamo il fatto che se effettivamente l'acqua del laghetto fosse stata nociva per la fauna ivi contenuta, i primi a "lasciarci le pinne" sarebbero stati i pesci rossi e le tartarughe che, invece, godono tuttora di ottima salute.


11.08.2021 - Perchè non bisogna dare cibo agli animali del laghetto.


Non c'è il punto interrogativo nel titolo, quindi non è una domanda, bensì una spiegazione dedicata a tutti i visitatori del nostro parco e del laghetto, in particolar modo a coloro che ritengono (a torto) di saperla più lunga degli altri.
Il parco è un "biosistema" (si può anche definire come "ecosistema", che è un sinonimo) ed il laghetto è a sua volta un altro biosistema al suo interno.
Per "biosistema" si intende un insieme di esseri viventi (animali, vegetali e microorganismi) ognuno dei quali svolge un compito ben preciso stabilendo interazioni energetiche e flussi ciclici di materiali (comprese le feci e gli scarti degli animali) che ne garantiscono l'equilibrio e la sopravvivenza. Quando un fattore esterno (nel caso del laghetto il fattore esterno siamo noi umani) interviene in modo inadeguato (ad esempio, sempre nel caso del laghetto, alterando la quantità e/o qualità dell'alimentazione) l'equilibrio viene compromesso e l'ecosistema può avere grandi problemi e, in casi gravi, essere distrutto.
Nel nostro laghetto vivono i pesci rossi ("Carassius Auratus") il cui compito non è quello di "fare bella figura", bensì quello di "regolare" il ciclo riproduttivo degli insetti (in particolare delle zanzare e, infatti, non è un caso se nel parco e vicino al laghetto di zanzare ed insetti se ne vedono assai pochi).
Ma i pesci rossi non possono vivere in un'acqua "pura" poiché verrebbero a mancare i microorganismi a loro necessari per vivere. Questo è il motivo per cui l'acqua del laghetto non è -e non può e non deve essere- limpida e cristallina.
Nel laghetto vivono le tartarughe palustri americane ("Trachemys Scripta") che, anch'esse, non servono come abbellimento, bensì funzionano come "regolatore" della popolazione dei pesci che, senza le tartarughe, si moltiplicherebbero in modo spropositato. Ma anche le tartarughe, se in numero troppo elevato, altererebbero l'equilibrio del biosistema, ed è per questo motivo che ad intervalli ciclici di tempo si provvede a trasferirne un determinato numero presso altre sistemazioni.
Nondimeno, anche gli "Anatidi" (Cigni, Anatre e similari) sono funzionali all'equilibrio del biosistema del laghetto poiché sono regolatori sia della fauna (mangiano insetti, larve e piccoli pesci) che della flora (si nutrono di erba, piccole piante e vegetali).
Dovrebbe quindi apparire evidente a tutti che le modifiche "forzate" all'alimentazione della fauna del laghetto provocate dalla somministrazione incontrollata di cibo agli animali da parte di noi umani creano danni all'ecosistema, danni che -come nel recente caso della nostra "Lola"- possono rivelarsi molto gravi se non addirittura irreparabili.
Spiace dover ripetere qui basilari nozioni che tutti coloro che hanno un minimo di cultura ecologica dovrebbero conoscere a memoria ma, purtroppo, anche in quest'ambito c'è sempre qualcuno che, nella sua "metaignoranza" (effetto Dunning-Kruger; se non sapete cos'è, informatevi), è convinto di saperla più lunga degli altri.
Quindi, in conclusione, se ci tenete alla sopravvivenza del laghetto del Parco di Villa Gabrieli, non date cibo agli animali che vi abitano!


09.08.2021 - Villeggiatura... lunga.


Oggi pomeriggio, alle ore 16, Scià, il Cigno Nero Maschio del nostro laghetto, è stato prelevato e trasferito in una località protetta dove trascorrerà un lungo periodo di "villeggiatura" lontano dai pericoli e dove, forse, troverà una nuova compagna.
Quando torneranno i cigni in Villa Gabrieli? Forse tra tre mesi, sei mesi, un anno... chissà. Dipenderà dal rispetto che i visitatori dimostreranno nei confronti degli animali, delle piante e delle strutture del nostro parco. Il rispetto non si esprime con parole, emoticons, likes e/o condivisioni che lasciano le cose come stanno. Il rispetto lo si pratica concretamente.
A breve ulteriore aggiornamento.


08.08.2021 - Andiamo male... MOLTO MALE, anzi MALISSIMO!


Comunicato di Fondazione C.I.G.N.O. Onlus:
"LOLA è morta. È morta non per una malattia ma per STUPIDA IRRESPONSABILITÀ... e nemmeno per il colore dell'acqua!
Il suo piccolo doppio stomaco era ostruito da troppo cibo, una caramella, pezzi di carta e stagnola!
Saranno stati dei bambini, penserete. Certo, ma non solo. In tantissimi sono arrivati per vedere i nuovi cigni. I bambini sono solitamente accompagnati da adulti. Sono gli stessi adulti che permettono loro di disegnare coi gessetti sui muri della Villa? O quegli adulti che abbandonano mozziconi di sigarette ovunque? O usano il laghetto come compostiera dell'umido? Forse no, forse non pensavano alle conseguenze... come oramai è abitudine: prima si agisce e si parla e poi raramente si ragiona.
Dolore immenso, misto a rabbia per la violenza subita da una bianca creatura arrivata da noi solo per donare a tutti gioia, bellezza e leggerezza.
Ciao, piccola LOLA. Il tuo sacrificio speriamo insegni il rispetto a chi ora tratta tutto e tutti, animali compresi, come un gioco egoistico e superficiale.
Nb: il parco deve rimanere luogo di svago e momento di benessere per bambini e adulti, opportunità di imparare rispetto, tolleranza e condivisione. Se non siamo disposti a farlo, senza mostrare pretestuosi atteggiamenti accusatori prima di avere dati certi a disposizione, meglio che venga chiuso al pubblico e riservato ai malati ai quali è dedicato ogni sforzo di Fondazione CIGNO Onlus."

Approfondiremo l'argomento nei prossimi giorni.


02.08.2021 - I nuovi Scià e Lola sono arrivati




Oggi pomeriggio, alle ore 15, ha fatto ingresso nel laghetto del parco la nuova coppia di cigni composta da Scià (Cigno nero maschio) e Lola (Cigno Reale bianco femmina). Ad attenderli c'erano il Direttore Generale dell'ASL-AL Dott. Luigi Vercellino, il Sindaco di Ovada Sig. Paolo Lantero e diverse altre personalità in rappresentanza delle Associazioni di Volontariato Oncologico locale, del Consorzio Servizi Sociali di Ovada e del Rotary Club Ovada del Centenario, oltre ad un grande numero di persone, adulti e bambini che hanno festeggiato con gioia l'arrivo dei nuovi ospiti del parco.
La cerimonia, informale ma molto suggestiva, si è svolta sulle rive del laghetto ed all'ombra dei grandi alberi che da oltre cento anni fanno da splendida cornice a questo bellissimo angolo storico-naturalistico della nostra città.
Nell'ambito della cerimonia si è anche svolta la premiazione del concorso di disegno per piccoli artisti che aveva come tema il nostro parco ed i cigni, concorso che ha visto una grande partecipazione con decine di opere di grande pregio e delicatissima ispirazione.
Ringraziamo di cuore Pupa di Salvo ("Le Rose Makup"), che ha generosamente donato uno dei due cigni (il cigno nero maschio) e Fondazione C.I.G.N.O. Onlus che ha donato l'altro (cigno reale bianco femmina). Un grande ringraziamento a Manuela Badino ("Qua la zampa") e Marica Arancio ("Favoloso Mondo") per la perfetta riuscita dell'evento ed al Sig. Angelo Loris Priolo, giudice di gara per la premiazione dei disegni dei bambini. Un doveroso riconoscimento di gratitudine, infine, a tutti i ragazzi (Servizio Civile, Consorzio Servizi Sociali e Volontari) che con il loro quotidiano lavoro provvedono alla manutenzione ordinaria del nostro bel parco e lo rendono sempre ordinato, pulito e gradevole. Grazie a tutti.
Con i nuovi cigni il laghetto ed il parco sono tornati al loro antico splendore. Morto un cigno, se ne fa un altro... anzi due.
Lunga vita a Scià e Lola!
In questa pagina potete vedere alcune foto dell'evento.


22.07.2021 - Scià ci ha lasciati




Oggi pomeriggio, alle ore 14:30, il nostro Scià (così si chiamava il cigno del nostro laghetto) è stato sepolto nel parco dove aveva vissuto per oltre vent'anni.
Vedovo di Lola, che lo aveva preceduto nel grande viaggio diversi anni fa, Scià è stato fino a ieri il simbolo del nostro Parco, apprezzato, ammirato ed anche amato da tutti coloro che, grandi e piccini, lo frequentano. Rinvenuto stamane privo di vita, Scià è deceduto per vecchiaia (come risulta dagli accertamenti necroscopici effettuati) durante la notte.
La sepoltura è avvenuta secondo tutte le regole previste dalla normativa vigente in materia e seguendo le direttive impartite dal competente Servizio Veterinario dell' ASL-AL.
Informiamo gli amici del Parco che sono già in corso contatti per poter avere a breve nel nostro laghetto una nuova coppia di Scià e Lola.
Ringraziamo l'Ing. Fabrizio Arpe dei Servizi Tecnici ASL-AL, il Servizio Veterinario dell'ASL-AL, il Sindaco di Ovada Paolo Lantero ed il Comando di Polizia Locale di Ovada per la tempestiva ed amichevole collaborazione.
Un ringraziamento particolare lo rivolgiamo a Giampiero e Fabrizio Pesce (ditta Pesce Costruzioni S.n.c.) che con grandissima e non comune disponibilità si sono adoperati per la perfetta riuscita delle operazioni di tumulazione del nostro Scià.


19.07.2021 - Nuove Plancie informative






E' stata completata l'installazione delle nuove plancie informative che potranno fornire ai visitatori molte informazioni utili circa il parco, la villa ed il laghetto.
Un grande ringraziamento per questo lavoro, svolto ad arte e con grande passione, a:
- Sig. Simon White
- Dott. Francesco Repetto
- Dott.ssa Linda Graziano
- Ditta Pestarino F.lli di Gaggero Giuseppe & C. S.n.c.
- Ditta Pesce Costruzioni di Pesce Giampiero e Fabrizio S.n.c.
- Ditta Pubbli-O
- Rotary Club Ovada del Centenario









In questa pagina potete vedere alcune foto dei lavori.


05.07.2021 - Pulizia laghetto completata



(Photo Credit: Dario Core)

Sono stati completati i lavori di pulizia del laghetto (commissionati da ASL-AL, proprietaria del Parco). I lavori sono stati effettuati da ditte specializzate nel settore con la costante collaborazione dei ragazzi del Servizio Civile (che operano nel Parco per conto di Associazione Vela Onlus e Fondazione C.I.G.N.O. Onlus), del personale messo a disposizione dal Consorzio Servizi Sociali e dei volontari del Parco. A tutti costoro va un sincero ringraziamento per la disponibilità ed il lavoro svolto.
In questa pagina potete vedere alcune foto delle varie fasi dei lavori.


14.05.2021 - Messe a dimora due nuove piante




Nella mattinata di oggi, a cura della Società Cooperativa Agricola Forestale "Forest" di Vignole Borbera, che già dal 2015 è "Sponsor Oro" del progetto di Healing Garden di Villa Gabrieli, sono state messe a dimora due nuove piante che vanno a sostituire altrettante abbattute dal maltempo dell'Ottobre 2018.





Nell'occasione, con l'ausilio del Dott. Alberto Mallarino, Agronomo e grande amico del nostro parco, ed in presenza dell' Ing. Fabrizio Arpe dei Servizi Tecnici ASL-AL, si è svolta una ricognizione per individuare e definire gli interventi necessari per la realizzazione, sull'isolotto del laghetto, del "Percorso Sensoriale" previsto dal progetto "Coltiviamo il Benessere in Villa Gabrieli" e destinato ai malati oncologici del vicino ospedale civile.
Ringraziamo di cuore la ditta "Forest", il Dott. Mallarino, l'Ing. Arpe, gli addetti alla manutenzione ordinaria del Parco (Giampiero, Jessica e Stefano) e tutti coloro che hanno contribuito a quest'iniziativa che rende ancora pià bello e gradevole il nostro Parco!
QUI trovate alcune fotografie dei lavori.
Ma, ovviamente, non finisce qui... Stay Tuned!



12.05.2021 - Lavori di Primavera


Con l'arrivo della Primavera, nel Parco sono iniziati alcuni lavoretti di sistemazione.
I ragazzi che svolgono il Servizio Civile presso l'Associazione VELA Onlus e che alternano la loro opera sia in Ospedale che nel Parco, hanno provveduto ad un'accurata ed approfondita pulizia della canalette di scolo dell'acqua piovana che delimitano le aree verdi.



Contemporaneamente, a cura della ditta "Dillo con un Fiore" di Ovada, è iniziata la a posa a dimora di nuove essenze floreali nei grandi vasi che contornano la villa.



E' solo l'inizio di una serie di interventi di cui vi riferiremo puntualmente su queste pagine. Stay Tuned!
Grazie a tutti!



27.09.2020 - Primo "Arbor Day" a Villa Gabrieli




Come preannunciato, sabato 26 Settembre si è svolto il "Primo Arbor Day in Villa Gabrieli", una giornata interamente dedicata alla manutenzione delle grandi alberature che da oltre un secolo formano la bellezza di questo splendido polmone verde della nostra città.
Si è trattato di una manifestazione nata da un'idea del Dott. Alberto Mallarino, agronomo che ha preso a cuore il nostro parco e che è diventato la parte propulsiva per l'azione che Fondazione C.I.G.N.O. Onlus sta mettendo in campo al fine di riportare questo storico luogo alla bellezza che può esprimere con la sua natura variegata e con il suo ampio panorama naturalistico; il tutto sempre nell'ambito della creazione dell'healing garden che piano piano sta sorgendo e che è l'obiettivo finale del progetto "Coltiviamo il Benessere in Villa Gabrieli".
il Primo Arbor Day in Villa Gabrieli ha riguardato diversi aspetti del vasto campo della cura degli alberi. Nella mattinata del venerdì precedente si sono svolte alcune "lezioni" riservate agli studenti dell'Istituto "Barletti" che hanno coinvolto le classi di tutti gli indirizzi (Liceo Scientifico, Meccanica Meccatronica ed Energia, Agraria Agroalimentare e Agroindustria, Amministrazione Finanza e Marketing); in queste lezioni, articolate in tre settori (Storia del parco, Fondamentali di arboricoltura e manutenzione del verde, Illustrazione delle tecniche di cura e manutenzione delle piante) si sono volute fornire ai giovani studenti tutte le informazioni per conoscere, capire ed apprezzare il patrimonio arboreo del nostro parco, nell'ottica di una crescita professionale, culturale ed umana che tenga sempre conto del fondamentale principio del rispetto della natura e della sua corretta manutenzione e conservazione.
Nella giornata di sabato, invece, si sono svolte le spettacolari operazioni di lavoro in quota effettuate dagli esperti Tree Climbers (assistiti da altri esperti a terra) che hanno dato prova della loro esperienza e capacità su tre alberature scelte tra le più bisognose di cura e manutenzione. Tra l'ammirazione dei presenti, i nostri "acrobati del verde" (tutti esperti del settore e titolari di certificazione europea E.T.W. - European Tree Workers) hanno provveduto alle operazioni di rimonda e taglio dei rami secchi, effettuando interventi di cui gli alberi avevano urgente necessità ed ormai non più procrastinabili.
La manifestazione, che ha richiamato un buon numero di curiosi e di appassionati che hanno seguito le varie fasi delle operazioni a debita distanza di sicurezza, si è conclusa nel tardo pomeriggio con grande soddisfazione di tutti.
Vogliamo qui ringraziare, veramente di cuore, tutti questi ragazzi, che hanno scelto di voler dedicare un'intera giornata festiva (che avrebbero potuto trascorrere tranquillamente in famiglia, al mare od in montagna) per "fare volontariato" nel nostro parco e per offrirci una spettacolare testimonianza di un'arte che del rapporto stretto, quasi "personale", con gli alberi fa sorgere una sinergia uomo-natura che da tempo si credeva perduta ma che ieri, qui nel nostro parco, si è materializzata in modo concreto, tangibile e, perchè no, anche altamente spettacolare. Ringraziamo, quindi, con tutta la riconoscenza che meritano:

Dott. Alberto Mallarino - Agronomo, Organizzatore e Coordinatore dei lavori
Danilo Canepa - Tree Climber
Fabio Franco - Tree Climber
Florin Focsa - Tree Climber
Andrea Lamberti - Tree Climber
Rachid Mohammadi - Tree Climber
Matthias Paini - Tree Climber
Luca Piccinini - Tree Climber
Massimo Pizzorno - Tree Climber
Pierguido Carretta - Cooperativa ForEst
Umberto Acerbo - Arboricoltore
Dott. Francesco Repetto - Arboricoltore - Dottore Forestale

Un grande ringraziamento anche al Sindaco di Ovada, Paolo Lantero, al Comando di Polizia Locale ed all' Ufficio Tecnico -Sezione Lavori Pubblici- del Comune di Ovada. Un ringraziamento particolare, infine, a Chiara Bagna di Fondazione C.I.G.N.O. Onlus che si è assunta il gravoso onere di svolgere le numerose ed impegnative pratiche burocratiche necessarie.
Una manifestazione perfettamente riuscita, che i tree climbers già hanno affermato di voler ripetere l'anno prossimo. E se lo dicono loro... preparatevi fin d'ora per il secondo Arbor Day in Villa Gabrieli!
QUI trovate alcune fotografie dell'evento.



20.09.2020 - Rassegna fotografica e presentazione del libro "Disperanza" di Lucia Bianchi




Sabato 19 Settembre è stata una giornata piena ed impegnativa per il nostro Parco. Nel corso della mattinata è stato dato l'avvio ufficiale alle iniziative del progetto "Coltiviamo il benessere in Villa Gabrieli", che hanno visto una splendida esibizione di Taijiquan (altrimenti conosciuto come "Tai Chi", uno stile direttamente derivante dalle arti marziali cinesi ma che è stato mediato in un'arte di meditazione-movimento) a cura della Be Good Welness Academy di Ovada, una realtà che da un lustro si dedica a fornire alle persone le corrette informazioni ed il training necessario per condurre una vita sana ed attiva atraverso il movimento.
Nel pomeriggio, a partire dalle ore 15, si è invece svolta la presentazione del libro fotografico "Disperanza" di Lucia Bianchi, un libro ricco di fotografie simboliche, tutte realizzate dall'autrice negli angoli più suggestivi del parco, in cui attraverso modelle avvolte in bianche lenzuola, con parrucche multicolori e dal trucco travisante va a rappresentare un percorso di rielaborazione e risignificazione del dolore che la malattia del cancro produce sia nei malati che nei loro famigliari, percorso che si è simbolicamente concluso nella rassegna fotografica in cui le modelle, deposte a terra le bianche vesti e la parrucca, quasi a significare la conclusione di un difficile percorso intimo di rielaborazione, hanno "posato" accanto alle relative fotografia nelle stesse "locations" in cui erano state riprese.
Nel corso della cerimonia di inaugurazione è stata data voce a diverse esperienze e testimonianze di malati, famigliari e volontari che hanno raccontato, con grande partecipazione ma anche con accenti di salvifica autoironia, le loro esperienze.
Alla cerimonia ha partecipato anche Roberta Farina, sorella del compianto Stefano di cui nello stesso giorno ricorreva il compleanno, che, dismesse per un momento le vesti ufficiali di Responsabile del Servizio 118 Ligure, ha portato la sua testimonianza di partecipazione alla stesura del libro e che ha sottolineato come esso sia un'occasione per combattere i tanti tabù che ruotano attorno alla malattia oncologica, di cui bisogna parlare senza avere paura, ribadendo che il libro di Lucia Bianchi, oltre a far bene a chi lo legge, ha fatto bene a chi lo ha scritto e realizzato.
Una giornata perfettamente riuscita grazie al lavoro ed alla disponibilità di tutti, con un particolare ringraziamento alla Sezione Ovadese dell'A.N.C. (Associazione Nazionale Carabinieri) che ha garantito un servizio di sicurezza efficace, sobrio, attento ed al tempo stesso amichevole e partecipe.
Ma le iniziative nel nostro parco non si esauriscono qui. Sabato 26 Settembre, a partire dalle ore 9 e per tutta la giornata -condizioni meteorologiche permettendo- si svolgerà il "Primo Arbor Day in Villa Gabrieli", un'interessantissima manifestazione tutta dedicata alla manutenzione delle grandi alberature del parco che vedrà la presenza di diversi Tree Climbers del territorio che con le loro tecniche altamente spettacolari si prenderanno cura di alcuni dei grandi alberi secolari del nostro parco che da tempo abbisognano di potatura e di manutenzione. La manifestazione, organizzata dal Dott. Alberto Mallarino, nostro agronomo di fiducia nonché grande appassionato e sostenitore del parco, ha ottenuto la necessaria autorizzazione da parte della competente Soprintendenza che, per l'occasione, ha speso anche lusinghiere parole di apprezzamento nei confronti dell'iniziativa.
QUI trovate alcune fotografie dell'evento del 19 Settembre.



21.08.2020 - Sistemazione Panchine




Come avevamo da tempo preannunciato, ieri, a cura della ditta "Pesce Costruzioni" di Carpeneto, sono state fissate nelle nuove postazioni le panchine del parco. L'ubicazione delle stesse è stata opportunamente concordata, oltre che con la proprietà (ASL-AL), con gli Uffici della Soprintendenza regionale competente.
Un grazie particolare a Giampiero Pesce, che ha effettuato il lavoro, e a Pupa Di Salvo, che ha documentato alcune fasi dell'operazione via socialmedia nonché autrice della foto sopra riportata.






06.08.2020 - Loretta Pavan al Parco di Villa Gabrieli




"Abbracciamo l'Italia" è l'impresa ciclistica che Loretta Pavan, vicentina, ha intrapreso per portare in tutto il Paese la sua esperienza personale dopo aver combattuto e vinto il cancro. Il motto della sua impresa è "Mai mollare. Ce la posso fare.", frase che Loretta, in questo suo personale "Giro d'Italia" (che copre ben settemila chilometri, il doppio rispetto al "Giro" sportivo ufficiale), illustra e descrive toccando tante realtà, ospedaliere e non, raccontando la sua vita, la sua esperienza e la sua lotta vincente contro la malattia.
Ovada era una delle tappe di questo itinerario ed oggi Loretta è stata accolta presso il nostro Parco dalle Autorità Locali, dai rappresentanti di Fondazione C.I.G.N.O. Onlus ed Associazione Vela Onlus e da tante persone che le hanno tributato un sincero e spontaneo omaggio.
Già durante il percorso di avvicinamento ad Ovada, Loretta è stata "intercettata" dai ragazzi dell' "ASD Uà Cycling Team", che l'hanno poi "scortata" ed accompagnata in Ovada fino al nostro Parco. Qui Loretta, che viaggia accompagnata da Giorgio Murari, specialista in randonnées ciclistiche, è stata ricevuta dal Sindaco, Paolo Lantero, e dai rappresentanti delle Associazioni locali di volontariato. Dopo i saluti di prammatica, Loretta ha illustrato la sua iniziativa e gli scopi benefici ad essa collegati, in favore dell'Associazione "Amici del 5° piano" di Vicenza che si occupa del sostegno dei pazienti oncologici e dei loro famigliari. Per l'occasione, la Dott.ssa Isabella Angelini e la Dott.ssa Daria Ubaldeschi del DH Oncologico dell'Ospedale di Ovada hanno presentato due progetti a favore delle donne operate al seno e per sostenere le persone che si prendono cura dei malati oncologici, instaurando una preziosa sinergia con l'associazione rappresentata da Loretta, sinergia che darà sicuramente ottimi frutti.
A salutare ed abbracciare -con il prescritto distanziamento- Loretta nel nostro Parco c'erano anche molte persone attente ed interessate, oltre ai rappresentanti della stampa e della televisione locale che l'hanno intervistata. La giornata ovadese di Loretta si è poi conclusa con una cena conviviale presso il locale "L'Antica Farinata" di Ovada.
Corre l'obbligo di ringraziare, e lo facciamo di cuore, per la preziosa collaborazione il Comune di Ovada, il Comando di Polizia Locale, l'"ASD Uà Cycling Team", la Sezione Ovadese dell' "ANC Associazione Nazionale Carabinieri", Lucia Bianchi e le sue "Vestali" (protagoniste del suo libro fotografico "Disperanza", interamente realizzato nel nostro parco e che verrà presentato a Settembre) ed i volontari del Parco che con il loro impegno e lavoro hanno consentito che la manifestazione si svolgesse in una delle più belle "location" della nostra città. Grazie a tutti!
QUI trovate alcune fotografie dell'evento.



05.08.2020 - Sistemazione Vasi di fiori






Come avevamo preannunciato, sono stati sistemati i vasi di fiori circostanti la villa.
I lavori, che hanno visto il ripristino del terriccio necessario e la posa a dimora di nuove essenze floreali, sono stati eseguiti con esperienza, passione, sensibilità e buon gusto dalla ditta "Dillo con un Fiore" di Ovada, che ringraziamo di cuore per aver contribuito ad ingentilire e rendere ancora più belli il nostro parco e la splendida villa.






28.07.2020 - Parco ripulito e sistemato




Durante le ultime due settimane il Parco di Villa Gabrieli è stato accuratamente ripulito e sistemato.
La proprietà (ASL-AL), tramite la Cooperativa Sociale "Oltre il Giardino" di Acqui Terme ha provveduto al taglio dell'erba nelle aiuole. Fondazione C.I.G.N.O. Onlus, come da Convenzione in atto, si è incaricata di provvedere all'esecuzione dei lavori di manutenzione ordinaria del verde, consistenti nell'asportazione dei polloni di colletto delle piante, rimozione dei soggetti nati da seme e dei ricacci dell'Ailanto (specie molto invasiva inserita nella blacklist delle specie vegetali esotiche), rimozione selettiva dei soggetti nati per disseminazione che confliggevano con i manufatti del parco (scalinate e canalette), rimozione selettiva dei soggetti arbustivi disseccati o reliquati di sistemazioni precedenti non appartenenti alla sistemazione originaria del parco ed, infine, nel contenimento laterale, con conseguente rimonda dai seccumi, delle chiome basse di alberi ed arbusti che invadevano i vialetti.
Il progetto dei lavori è stato redatto -a titolo di volontariato gratuito- dall'Agronomo Dott. Alberto Mallarino di Novi Ligure, che ringraziamo di cuore per la disponibilità e per la passione dimostrata nei confronti del nostro parco. I lavori sono stati effettuati dalla Società Cooperativa Agricola Forestale "Forest" di Vignole Borbera, che già dal 2015 è "Sponsor Oro" del progetto di Healing Garden di Villa Gabrieli.




Nel contempo il Consorzio Servizi Sociali dell'Ovadese, tramite il progetto "Man at Work" (Cantieri di lavoro per persone disoccupate over 58), ha fornito un'unità lavorativa che svolge la sua opera nel parco tutte le mattine dei giorni lavorativi. Ad essa si sono affiancati alcuni Volontari del Parco di Fondazione C.I.G.N.O. Onlus; essi svolgono lavori di svuotamento dei cestini, pulizia e piccola manutenzione. Un grande ringraziamento, quindi, anche al Consorzio Servizi Sociali ed al suo personale che contribuisce al mantenimento della pulizia e del decoro del nostro parco.




Infine, un grande ringraziamento anche al Comune di Ovada ed alla ditta "Econet" di Ovada, che hanno messo a disposizione uno scarrabile per la raccolta e lo smaltimento del rifiuto vegetale derivante dall'effettuazione dei lavori.
Per l'immediato futuro si prevede l'esecuzione dei lavori di sistemazione definitiva delle panchine e di rimessa in pristino dei grandi vasi di fiori intorno al fabbricato della villa.
Sono in fase di elaborazione (in accordo con le autorità comunali preposte e nel rispetto delle norme vigenti) anche alcune iniziative per il prossimo mese di Agosto. Vi terremo informati. Stay Tuned!
QUI trovate alcune fotografie dei lavori recentemente effettuati.



28.06.2020 - Giornate FAI d'Estate






Ieri, Sabato 27 Giugno 2020, si sono svolte nel Parco di Villa Gabrieli le Giornate FAI d'Estate. Nel pieno rispetto delle normative di prevenzione previste dalle norme vigenti in materia, si sono svolte alcune visite guidate durante le quali sono state illustrate ai visitatori, opportunamente ed adeguatamente suddivisi in piccoli gruppi, le caratteristiche storiche, artistiche, architettoniche e naturalistiche del nostro Parco. Le visite hanno suscitato vivo interesse da parte dei partecipanti ai quali è stata anche offerta la possibilità, per chi lo desiderava e sempre nel pieno rispetto delle norme di sicurezza, di visitare anche il Santuario Mariano dell'Immacolata Concezione, candidato quest'anno a Luogo del Cuore FAI 2020.
Grazie alla sinergica collaborazione tra i componenti del Gruppo FAI di Ovada, la piena e perfetta riuscita della manifestazione ha dimostrato come valori quali cultura, storia ed ambiente possano essere pienamente condivisi e valorizzati anche in un periodo complesso, problematico e difficile come quello attuale. Grazie a tutti!



15.12.2019 - Festa di Natale 2019




Oggi si è svolta, con grande successo, la Festa di Natale 2019. Nel Parco è stato allestito il Presepe sull'isolotto con le sagome realizzate dai bambini delle Scuole dell'Infanzia di Ovada. A seguire, presso il Salone "Padre Giancarlo" del Santuario dell'Immacolata Concezione (Padri Cappuccini) si è svolta la Festa, dove sono stati raccolti doni per i meno fortunati alla presenza del "nostro" Babbo Natale, impersonato dal Sig. Carmelo Zappavigna. Durante la Festa sono state recitate poesie e pensieri natalizi da parte dei Bambini, che hanno anche addobbato gli alberi di Natale realizzati con materiali di riciclo e recupero nell'ottica della formazione di una condivisa cultura di protezione ambientale. Le decorazioni degli alberi sono state realizzate dagli stessi bambini delle scuole dell'infanzia. L'allestimento della sala è stato effettuato da "Il Favoloso Mondo" e da "Dillo con un Fiore" di Ovada, la cioccolata calda è stata proposta dalla Pro Loco di Ovada e la parte musicale è stata curata da Carlo e Naomi del gruppo "Back it Up" con il service di Marco "Holly" Olivieri.
Un particolare ringraziamento al Gruppo di Lavoro delle insegnanti della scuola dell'infanzia di Ovada per la passione e la cura che hanno posto nell'organizzazione dell'evento ed ai volontari del Parco, che hanno operato per rendere possibile l'installazione del Presepe sull'isolotto.
QUI trovate alcune fotografie dell'evento.



20.11.2019 - Cancellata restaurata!




Oggi è stata posata in opera la nuova porzione di cancellata in sostituzione di quella abbattuta dal crollo degli alberi dell'Ottobre dell'anno scorso. Nelle settimane scorse era stato ultimato il rivestimento del pilastro da parte della ditta "Le Botteghe di Cose Vecchie" dei F.lli Pini di Ovada.
La cancellata è stata realizzata, utilizzando anche alcune parti di quella originale rimaste intatte, dalla ditta "Pestarino F.lli" di Gaggero Giuseppe & C. S.n.c. di Tagliolo Monferrato.
Entrambe le ricostruzioni sono state effettuate interamente a mano, seguendo le tecniche originali, con particolare perizia, accuratezza e sensibilità, dimostrando una profonda conoscenza delle radici del mestiere ed una grande passione.
A distanza di un anno la meravigliosa cancellata (realizzata, lo ricordiamo, con l'antica tecnica ad "incastro" e che non presenta neppure un punto di saldatura) del Parco di Villa Gabrieli si presenta ai nostri occhi nuovamente integra e di grande impatto artistico, sottolineando e ricordando a tutti noi la bellezza e l'importanza di una realtà storica ed architettonica di cui possiamo essere fieri.
QUI trovate alcune fotografie che testimoniano questo importante lavoro di recupero.



02.11.2019 - Giornata del Risparmio 2019 e Manifestazione
"Il Rosa ci Dona".


Giovedì 31 Ottobre si sono svolte due importanti manifestazioni nell'ambito delle iniziative a favore dell'Healing Garden di Villa Gabrieli.
Alle ore 14,30, presso il Salone delle Conferenze di Villa Gabrieli, sono stati consegnati i premi del Concorso indetto da Fondazione CIGNO Onlus ed Associazione Vela Onlus in occasione della Giornata del Risparmio 2019 a cui hanno partecipato diversi Istituti Scolastici cittadini: la Scuola Primaria "Damilano", la Scuola Secondaria di Primo Grado "Pertini", l'Istituto "Santa Caterina Madri Pie", la "Casa di Carità Arti e Mestieri" ed il Liceo di Agraria, per un totale di 418 allievi partecipanti.
Il tema del concorso focalizzava l'attenzione degli studenti su uno degli aspetti più attuali del risparmio, quello del risparmio energetico e del risparmio delle risorse naturali per una migliore e più attenta sostenibilità ecoambientale. Gli elaborati potevano essere predisposti sotto varie forme ed iniziative volte alla valorizzazione sia della creatività personale che del lavoro di gruppo.
La Commissione valutatrice ha assegnato il Primo Premio Assoluto (un buono del valore di 300 Euro per l'acquisto di libri) alla Scuola Primaria Damilano con la seguente motivazione: "Per la qualità, l'originalità e la profondità degli elaborati, che denotano passione ed attenzione quotidiana nell'attività didattico-educativa all'ambiente ed al tema della sostenibilità in generale.".
La consegna dei premi è stata effettuata dalla Dott.ssa Silvia Baiardi del Dipartimento di Prevenzione dell'ASL-AL e dai rappresentanti di Fondazione CIGNO Onlus ed Associazione Vela Onlus.
A partire dalle ore 17,30, poi, presso il "Salone Padre Giancarlo" della chiesa dei Cappuccini, si è svolta la manifestazione "Il Rosa ci Dona", organizzata a chiusura del "Mese in Rosa", durante la quale, grazie agli interventi di specialisti del settore, sono state illustrate le più recenti tecniche nel campo della prevenzione e cura delle malattie oncologiche. Nella stessa occasione sono stati illustrati i progetti, in corso e futuri, per la creazione dell'Healing Garden di Villa Gabrieli. La serata è quindi proseguita con un brillante intrattenimento musicale a cura del gruppo "Back it up!" e con un'apericena nel salone dell'ex refettorio del Convento.
Guest Stars della manifestazione sono state Manuela Badino e Pupa Di Salvo, vulcaniche ed attivissime organizzatrici di tutta la serata, le quali, oltre a reperire l'aiuto di svariati sponsors (cogliamo qui l'occasione per ringraziarli tutti di cuore), hanno coronato degnamente l'iniziativa, svoltasi per tutto il mese di Ottobre, di realizzazione e vendita di splendidi orecchini a forma e di colore rosa (tutti pezzi unici interamente fatti a mano) parte del cui ricavato è stata donata a Fondazione CIGNO Onlus a favore delle iniziative per l'Healing Garden di Villa Gabrieli. Un grande ringraziamento a Pupa e Manuela, che hanno dimostrato con simpatia, tenacia, passione ed intraprendenza come un progetto di solidarietà sociale possa diventare patrimonio e condivisione di un'intera comunità.
QUI trovate alcune fotografie di questa due belle iniziative.
Il prossimo appuntamento sarà il 21 Novembre, nel Parco di Villa Gabrieli, per la "Giornata degli Alberi 2019". Vi aspettiamo!


06.10.2019 - Giornata dei Nonni 2019 e Merenda della Scià Lola.


Domenica 6 Ottobre 2019 si è svolta, nel migliore dei modi e con una grande affluenza di pubblico, la "Giornata dei Nonni 2019", a cui ha fatto séguito la "Merenda della Scià Lola".
Nonni e nipotini, dopo la celebrazione della Santa Messa da parte del Rev.do Claudio Fabian Almeyra Fereyre, Cappellano dell'Ospedale Civile di Ovada, hanno trascorso un bellissimo pomeriggio di condivisione in compagnia de "Le Carrelages" e delle loro storie del passato ovadese, degli Operatori Forestali che hanno sensibilizzato grandi e piccoli sulle tematiche del rispetto dell'ambiente, delle insegnanti delle Scuole Ovadesi che hanno dato vita ad interessanti laboratori per i bimbi e degli animatori, che hanno organizzato giochi ed intrattenimenti di vario genere molto graditi da tutti. Si è poi svolta la "Merenda della Scià Lola", in ricordo e riproposizione della merenda che la Signora Dolores Gabrieli offriva ogni domenica ai bambini ed ai ragazzi nel parco della villa durante il suo periodo di permanenza ovadese nei primi decenni del secolo scorso. Dopo la consegna di un attestato di benemerenza alla Sig.ra Ada Bovone, eletta "Madrina del Parco" per il suo fattivo contributo come Socio Fondatore di C.I.G.N.O. Onlus, sponsor dei cigni del laghetto e per l'impegno profuso in occasione della candidatura del nostro Parco a Luogo del Cuore FAI 2019, la manifestazione si è infine conclusa con la premiazione dei piccoli vincitori dei vari giochi.
Un grande ringraziamento va a tutte le persone -e sono talmente tante che non è possibile citarle qui tutte- che, a vario titolo, hanno lavorato con dedizione e passione per rendere possibile la perfetta riuscita di questa prima "uscita" di Fondazione C.I.G.N.O. Onlus, a cui ne seguiranno tante altre, di cui riferiremo ampiamente su questa pagina.
Stay Tuned, perchè... abbiamo appena iniziato!
QUI trovate alcune fotografie di questa bellissima iniziativa.


03.10.2019 - Volontari al lavoro nel Parco.


I vecchi e nuovi volontari del Parco di Villa Gabrieli hanno iniziato i lavori di manutenzione ordinaria e nel giro di pochi giorni l'area ha già cambiato aspetto, riacquistando il suo aspetto migliore.
QUI trovate alcune fotografie (courtesy of Lucia Bianchi) dei lavori effettuati in vista della "Giornata dei Nonni" e della "Merenda della Scià Lola", in programma per Domenica 6 Ottobre.


23.09.2019 - Uno sguardo dentro Villa Gabrieli.


Come è noto, l'interno della Villa Gabrieli non è aperto al pubblico poiché attualmente ancora occupato dagli Uffici della Direzione Amministrativa e dei Servizi Tecnici di ASL-AL.
In occasione delle numerose visite guidate effettuate nel Parco molti visitatori, incuriositi ed interessati dalla storia e dalle caratteristiche architettoniche della Villa, ci hanno chiesto di poterla visitare, richiesta alla quale, purtroppo, non abbiamo potuto aderire.
Per accontentare, almeno in parte, i nostri lettori siamo riusciti (con il permesso degli Uffici competenti) a scattare alcune foto dell'interno della Villa Gabrieli, ovviamente in locali non interessati dalla presenza di uffici e di personale.
QUI trovate alcune fotografie (courtesy of Paola Varese), da cui si può solamente intuire la bellezza dei locali in cui visse la Scià Lola nei primi decenni del Novecento.


21.09.2019 - Puliamo il... Parco!.


Sabato 21 Settembre 2019, dalle ore 10,30 alle ore 12,30, nell'ambito dell'iniziativa nazionale "Puliamo il Mondo", la sezione ovadese di Legambiente ha organizzato una mattinata dedicata all'educazione ambientale che ha visto protagonisti molti ragazzi degli istituti scolastici locali che hanno effettuato, sotto la guida della Presidente zonale di Legambiente Michela Sericano e del Vice Sindaco della Città di Ovada Sabrina Caneva, adeguatamente attrezzati di scope, ramazze e sacchi, la pulizia del Parco di Villa Gabrieli, raccogliendo e differenziando i rifiuti sparsi anche negli angoli più nascosti del Parco.
Grazie ai ragazzi, agli organizzatori ed a tutti i partecipanti, che hanno dimostrato una squisita sensibilità nei confronti del nostro Parco, contribuendo fattivamente alla sua cura e manutenzione!
QUI trovate alcune fotografie dell'intervento (courtesy of Paola Varese).


06.07.2019 - Acqua per il laghetto.




La Protezione Civile di Ovada, con intervento richiesto dal Sindaco Paolo Lantero in accordo con il Direttore Generale f.f. dell'ASL-AL Dott.ssa Paola Costanzo ed in collaborazione con il Servizio Veterinario dell'ASL-AL e l'E.N.P.A. di Ovada, ha provveduto a fornire cinquantaseimila litri di acqua per il laghetto del Parco di Villa Gabrieli.
L'intervento si è reso necessario per ovviare alla carenza d'acqua (peraltro segnalata anche da alcuni utenti del Parco) verificatasi a causa delle giornate di grande caldo delle settimane scorse, che hanno provocato una massiccia evaporazione e la conseguente diminuzione del livello, creando inoltre un ambiente sfavorevole per la fauna ivi presente (cigno, airone, anatre, tartarughe, pesci).
Successivamente all'intervento, ulteriori apporti di acqua al laghetto sono stati effettuati a cura della ditta Gollo di Cremolino.
QUI trovate alcune fotografie dell'intervento (courtesy of Paola Varese).


15.04.2019 - ...eppur si muove.




Sono stati ultimati i lavori di ricostruzione, utilizzando anche i mattoni pieni recuperati dal precedente, del pilastro in muratura abbattuto insieme alla porzione di cancellata in occasione del maltempo del 29 Ottobre scorso.
L'intervento, effettuato secondo le direttive della competente Soprintendenza, ha permesso di ricostruire "l'anima" del pilastro, che verrà poi rivestita da appositi pannelli in cemento realizzati da artigiani locali su modelli e calchi degli altri pilastri esistenti. Altre valenti ditte artigiane locali sono al lavoro per ricostruire, con tecniche e metodologie originali, la porzione di cancellata danneggiata.
Tutto il lavoro viene svolto con l'assistenza dei Servizi Tecnici dell' ASL-AL e sotto la supervisione delle competenti autorità regionali.


25.03.2019 - Le Giornate FAI di Primavera
al Parco di Villa Gabrieli


Si sono svolte, Sabato 23 e Domenica 24 Marzo 2019, le Giornate FAI di Primavera presso il Parco di Villa Gabrieli. Nella splendida cornice del nostro parco, recentemente eletto "Luogo del Cuore FAI 2018" a seguito delle votazioni effettuate nello scorso Autunno, si sono svolte le visite guidate alla scoperta della storia e delle particolarità naturalistiche ed architettoniche del nostro Parco, che ha riaperto le sue porte dopo una chiusura di quattro mesi, dovuta ai danni causati del maltempo del 29 Ottobre scorso ed alla presenza del cantiere al servizio dei lavori di sostituzione delle coperture del vicino Ospedale Civile.
Durante le visite guidate, a cui hannno partecipato tantissime persone appositamente giunte in Ovada da località anche molto lontane, i membri del Gruppo FAI di Ovada hanno svelato ai numerosi visitatori i segreti storici, architettonici e naturalistici del parco, citandone anche curiosità ed aneddoti di gradevole interesse ed hanno poi accompagnato anche i vari gruppi alla scoperta delle altre locations ovadesi che hanno partecipato alla manifestazione: l'Oratorio di San Giovanni Battista e l'Oratorio della SS.Annunziata.
Durante le visite guidate sono stati anche illustrati, da parte dei volontari della Fondazione C.I.G.N.O. Onlus e Associazione Vela Onlus, i progetti che sono stati elaborati per la creazione, all'interno del parco, dell'Healing Garden (Giardino Terapeutico) in favore dei pazienti del vicino Ospedale Civile, progetti che verranno proposti al FAI Nazionale per ottenere eventuali contributi alla realizzazione.
Ringraziamo di cuore il Gruppo FAI di Ovada, che ha organizzato e svolto la manifestazione con grande cura e spiccata professionalità, contribuendo a rendere le due giornate, gratificate peraltro da splendide condizioni atmosferiche, particolarmente interessanti e gradevoli.
Un grande ringraziamento ai numerosi e particolarmente attenti visitatori, provenienti da tutta Italia, per aver scelto e preferito il nostro parco e per averne riportato un gradito ricordo e, lo speriamo, anche il proposito di tornare a trovarci in futuro.
QUI trovate alcune fotografie delle Giornate FAI di Primavera in Villa Gabrieli (courtesy of Sonia Speroni e Paola Varese).


15.02.2019 - Il Parco di Villa Gabrieli si piazza al
31º posto
nella classifica finale de "I Luoghi del Cuore 2018".




Il nostro Parco, grazie ai voti di ben tredicimilacinquecentosette amici sparsi in tutta Italia (ed anche in diversi Paesi del Mondo) si è collocato al 31º posto della classifica finale de "I Luoghi del Cuore FAI 2018".
Ci preme ricordare, a questo proposito, che il nostro Parco era in corsa insieme ad oltre trentacinquemila altre locations italiane e questo lusinghiero piazzamento è stato ottenuto grazie alla capillare opera di sensibilizzazione e di promozione effettuata dai tantissimi volontari delle varie Associazioni (Fondazione CIGNO Onlus, Associazione VELA Onlus, Volontari del Parco) che già dal 2015 sostengono il progetto "Coltiviamo il Benessere in Villa Gabrieli" per la creazione di un Healing Garden in favore dei malati del vicino Ospedale Civile. Ci teniamo a precisare che non era la prima volta che il nostro Parco partecipava alla competizione; nel 2010 aveva ottenuto UN voto, nel 2012 i voti erano stati TRE, nel 2016 il totale dei votanti era stato di SESSANTATRE.
Questo grande risultato, oltre a rendere possibile "de facto" (avendo superato la soglia minima richiesta di duemila voti) che il nostro Parco possa fregiarsi -a tutti gli effetti- della denominazione di Luogo del Cuore FAI, apre anche alla possibilità di poter presentare, secondo le "Linee Guida per la selezione degli interventi" che verranno emanate a breve da parte del FAI, una richiesta di intervento in base ad uno specifico progetto di azione, richiesta che verrà vagliata da un'apposita Commissione FAI e che, SE valutata idonea, potrà essere selezionata e, SE previsto dalle norme FAI, potrà anche fruire di contributi economici.
A prescindere dai vari "SE" che potranno o meno condizionare il prosieguo delle varie iniziative nell'ambito istituzionale, rimane ben chiara una cosa: la GRANDE PARTECIPAZIONE che c'è stata da parte di tutti coloro, Ovadesi e non, che hanno voluto sostenere il nostro progetto e, così facendo, contribuire alla valorizzazione di un prezioso e storico bene architettonico e naturalistico della nostra città.
Ci corre l'obbligo, quindi, di RINGRAZIARE, di tutto cuore, tutti coloro che hanno votato, sia via Internet che sui modelli cartacei, tutti i volontari che si sono spesi per la riuscita dell'iniziativa, l' Ufficio Turistico IAT di Ovada, gli Istituti Scolastici, i titolari degli esercizi commerciali e delle tante realtà che hanno contribuito alla raccolta delle firme e tutte le persone che, a vario titolo, hanno dato il loro piccolo o grande contributo per il conseguimento di questo risultato.
Un ringraziamento particolare, infine, ai nostri "Testimonials", cioè a tutte quelle persone che, a partire dal nostro Sindaco Paolo Lantero per finire alla grande performer giapponese Setsuko, si sono prestate con entusiasmo a girare dei brevi video a sostegno del progetto.
Vi ricordiamo che, qualora voleste rivedere le loro testimonianze video, le potete trovare tutte su questa pagina.
GRAZIE A TUTTI e... stay tuned, perchè non finisce qui!


20.01.2019 - Vecchia e schifosa ringhiera o artistica cancellata?


Qualche giorno fa, sulla pagina Facebook di un noto e frequentato gruppo ovadese di informazione, è apparso un "post" in cui l'estensore si chiedeva i motivi per i quali il nostro Parco di Villa Gabrieli fosse ancora chiuso al pubblico e, tra le ipotesi, spiccava -al primo posto- quella che la colpa potesse attribuirsi ad "una vecchia e schifosa ringhiera sottoposta a qualche assurdo vincolo".
Entrando nel merito di questa affermazione possiamo dire che l'estensore del post, forse per scarsa informazione, confonde una "ringhiera" con una "cancellata".
Per "ringhièra" si intende un "parapetto leggero, di legno o metallo, solitamente a elementi verticali, talora di composizione più elaborata e spesso artistica (...) utilizzato come riparo delle persone verso uno spazio vuoto in terrazze, scale, balconi, ponti di navi, ecc." (Enciclopedia Treccani), mentre per "cancellata" si intende, invece, una "Struttura, costituita di elementi in legno, metallo o pietra collegati tra loro, atta a recingere giardini, ville, monumenti (...)" (ibidem).
Pertanto, la "ringhiera" citata nel post non è affatto tale, bensì può -e deve- essere citata per quello che è, cioè una "cancellata" e, per di più, artistica.
Tale cancellata (che è effettivamente "vecchia", di ben 109 anni) è anche -così come tutto il Parco e la Villa- sottoposta a vincoli di tipo architettonico e paesaggistico che, come tali, sono necessari per la tutela e la conservazione di un patrimonio storico, artistico e naturalistico che molto probabilmente, in assenza di tali vincoli, in Ovada non esisterebbe più già da chissà quanto tempo.
Sul fatto che all'estensore del post la cancellata del parco appaia "schifosa" non discutiamo, poichè si tratta di un'opinione artistica personale, anche se espressa con poco garbo.
In ogni caso, a moltissimi Ovadesi (ed anche non Ovadesi) quella cancellata piace molto e, senza volerci soffermare sulle sue caratteristiche artistiche, citeremo qui un aneddoto storico che peraltro è stato ben sottolineato in occasione delle "Giornate FAI d'Autunno 2018" durante le visite guidate nel Parco alle quali, con tutta probabilità, l'estensore del post non ha partecipato.
A partire dal Settembre 1943, in piena Seconda Guerra Mondiale, le Forze di Occupazione Tedesche che erano di stanza in Ovada, tra le varie vessazioni, decisero anche la requisizione di metalli -preziosi e non- ai fini del supporto allo sforzo bellico. A cadere nelle maglie della requisizione furono anche diverse realtà storiche ed architettoniche ovadesi. Anche la cancellata di Villa Gabrieli entrò nella lista ma, dopo diversi appelli da parte delle autorità locali e di diversi cittadini (e dopo che alcuni Alti Ufficiali Tedeschi vennero appositamente in Ovada per vederla), essa fu "depennata" dalla lista poichè considerata come "opera d'arte". Bisogna proprio dire, a questo proposito, che siamo stati fortunati; se gli Ovadesi di quel tempo (che sicuramente avevano problemi ben più gravi da affrontare in quel momento) avessero avuto la stessa sensibilità artistica dell'estensore del post, la nostra bella cancellata sarebbe finita dritta dritta in una colata di fusione per cannoni.
Circa, infine, i tempi necessari per la RIAPERTURA AL PUBBLICO del Parco, non possiamo che ribadire che essa avverrà non appena saranno terminate le operazioni di messa in sicurezza, che comprendono anche lo smontaggio del cantiere eretto per svolgere i lavori di sostituzione delle coperture dell'Ospedale Civile attualmente in fase di ultimazione.


11.11.2018 - Grande successo della serata musicale-enogastronomica.


Massimo Faraò Jazz Quartet for Villa Gabrieli from Federico Borsari on Vimeo.

La sera di Venerdì 9 Novembre scorso, presso "The Showfood" al Serravalle Retail Park si è svolta la serata enogastronomico-musicale organizzata da "Fondazione C.I.G.N.O." per la promozione del progetto "Coltiviamo il Benessere in Villa Gabrieli" volto alla creazione di un Healing Garden nel Parco.
Guest Star musicale della serata il "Massimo Faraò Jazz Quartet", composto da Massimo Faraò (pianoforte), Claudia Zannoni (Vocals), Nicola Barbon (Contrabbasso) e Roberto "Bobo" Facchinetti (Batteria), che hanno proposto un repertorio di grande suggestione particolarmente apprezzato dagli appassionati e dai commensali.
Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno aderito all'iniziativa, contribuendo al progetto, fornendo anche un prezioso aiuto per il ristoro dei danni causati al Parco dal maltempo delle settimane scorse.
Un grande ringraziamento ai musicisti, ai titolari del locale, ai tecnici che hanno contribuito ad allestire la serata ed a tutti coloro che hanno contribuito a renderla davvero "speciale". Grazie a Tutti!


31.10.2018 - Il maltempo danneggia il Parco




Nella notte tra il 29 ed il 30 Ottobre il forte maltempo che si è abbattuto sulla zona ha arrecato gravi danni al Parco.
Le intense piogge e, poi, le fortissime raffiche di vento che hanno interessato la zona ovadese incessantemente per diverse ore hanno causato la caduta di quattro alberi situati in prossimità dell'ingresso principale. Le piante si sono abbattute verso l'ingresso e, dopo aver danneggiato il cancello e schiacciato un settore della recinzione, hanno dapprima provocato l'interruzione della linea aerea della pubblica illuminazione e quindi interessato la sede stradale, provocandone la chiusura, che si è protratta fino alla mattinata seguente, quando le ditte specializzate incaricate dall'ASL-AL, dopo gli interventi effettuati dai tecnici Enel-Sole per la messa in sicurezza della linea elettrica, hanno provveduto alla rimozione degli alberi crollati, consentendo la riapertura al traffico della strada.
Cogliamo l'occasione per ringraziare, di cuore, tutto il personale intervenuto durante l'evento (Vigili del Fuoco, Polizia Locale, Protezione Civile, personale dell'Ufficio Tecnico Comunale, personale dei Servizi Tecnici dell' ASL-AL, volontari del Parco ed anche privati cittadini) che, nonostante le difficili e complesse contingenze della notte, nell'oscurità, sotto la pioggia battente e sferzati dalle raffiche dell'impetuoso vento, hanno consentito di gestire nel migliore dei modi una situazione che si presentava, oggettivamente, critica.
Il nostro Parco è ferito... ma con l'aiuto di tutti lo cureremo e lo rimetteremo in piedi. Vi ricordiamo, a questo proposito, che è ancora in corso -e durerà fino a fine Novembre- la raccolta di firme per farlo diventare il nostro "Luogo del Cuore FAI". Se ancora non lo abbiamo fatto, ora c'è un motivo in più per aderire all'iniziativa e firmare. Grazie a tutti!
QUI trovate alcune fotografie delle conseguenze dell'evento.


15.10.2018 - Grande Successo delle Giornate FAI d'Autunno


Si sono svolte, Sabato 13 e Domenica 14 Ottobre 2018, le Giornate FAI d'Autunno presso il Parco di Villa Gabrieli. Nella splendida cornice del nostro parco, candidato a "Luogo del Cuore FAI 2018", un affiatato gruppo di aspiranti Ciceroni del FAI composto da studenti dell'Istituto Superiore "Barletti" e dell'Istituto "Santa Caterina Madri Pie" di Ovada, assistiti dai loro docenti, hanno accompagnato i numerosi visitatori alla scoperta dei segreti storici, architettonici e naturalistici del parco, svelandone anche curiosità ed aneddoti di gradevole interesse.
Ringraziamo di cuore i ragazzi ed i loro docenti, che hanno dedicato con passione, dedizione ed un ottimo grado di professionalità, molte ore del loro impegno per questo importante appuntamento, contribuendo a renderlo oltremodo interessante e gradito.
Un sentito grazie ai numerosi ed attenti visitatori, provenienti da tutta Italia, per aver privilegiato il nostro parco e per averne riportato, lo speriamo, un duraturo ricordo e, forse, anche il proposito di tornare a trovarci in futuro.
Ricordiamo che la Campagna di Promozione del Parco come "Luogo del Cuore FAI 2018" proseguirà fino al 30 Novembre 2018. Se non lo avete ancora fatto, andate a vedere i video promozionali dei nostri testimonials (li trovate tutti QUI) e, ovviamente, votate numerosi sul sito apposito del FAI. Se, invece, preferite votare firmando gli appositi moduli, essi sono disponibili presso l'Ospedale Civile di Ovada, al bancone informazioni-reception del Day Hospital Oncologico - Primo Piano (Sig.ra Valentina), presso lo IAT di Ovada in via Cairoli e presso diversi esercizi commerciali che hanno aderito all'iniziativa).
QUI trovate alcune fotografie delle Giornate FAI d'Autunno in Villa Gabrieli (courtesy of autori diversi).


13.08.2018 - Passeggiate Narrate nel Parco


Si stanno svolgendo, nelle mattinate del Sabato del mese di Agosto, con inizio alle ore 10,15, le Passeggiate Narrate per le vie di Ovada, che prendono il via dal nostro Parco e si snodano poi lungo le strade della città attraverso altri luoghi storici, caratteristici e significativamente importanti. Durante queste passeggiate vengono raccontate vicende ed aneddoti anche curiosi e spesso poco noti di personaggi ovadesi del tempo passato. Per quanto riguarda il Parco e la Villa Gabrieli, sono il Senatore Attilio Odero (che li fece costruire), la Signora Dolores Gabrieli Roses (detta comunemente "Scià Lola") e sua madre (che vi abitarono) e l'architetto Michele Oddini (che li progettò) i personaggi del Primo Novecento che vengono descritti durante la narrazione, effettuata a cura del Gruppo FAI di Ovada sotto lo sguardo attento ed interessato dei numerosi partecipanti.
Le "Passeggiate Narrate" sono organizzate dall'Associazione "Le Carrelages" con il sostegno del Comune di Ovada e la collaborazione, per quanto riguarda Parco e Villa Gabrieli, del Gruppo FAI di Ovada che ha candidato il Parco a Luogo del Cuore 2018 e per il quale è in pieno svolgimento la raccolta di firme (vedi News precedenti).
Vi aspettiamo nei prossimi sabati mattina di Agosto per condividere le vicende del Parco e dei personaggi che lo hanno realizzato, vissuto e tramandato fino a noi.
QUI trovate alcune fotografie dell'evento (courtesy of Paola Varese).


25.12.2017 - Sul lago ghiacciato... night & day!


Con l'Inverno è arrivato anche il gelo, che ha steso una pàtina di ghiaccio sul nostro laghetto. Ma gli inquilini del lago non se ne preoccupano e consumano anche loro il pranzo di Natale in allegra compagnia.
QUI trovate alcune fotografie (courtesy of Luca Orlandi & Paola Varese).


17.10.2017 - E' arrivato l'Autunno...


La prima parte dei lavori di sistemazione del Parco sono terminati da circa un mese e con l'arrivo dell'Autunno, anche il Parco si sta rivestendo dei colori tipici di questa stagione.
In questa pagina potete apprezzarne alcune suggestive immagini.


13.08.2017 - Fine prima parte lavori


Si è conclusa la prima parte dei lavori nel Parco. Nell'arco di un mese e mezzo i risultati sono evidenti a tutti ed il Parco inizia a riprendere il suo aspetto con il decoro che gli spetta.
Oltre alla pulizia del laghetto ed alle operazioni di pulizia dalle erbe infestanti dell'aree circostanti il padiglione Ovest (di cui abbiamo già reso ampio conto fotografico nelle precedenti news), è stata quasi ultimata la stesura del nuovo strato di ghiaia (gentilmente donata) lungo i vialetti; è stata iniziata la rimessa in pristino delle piante di glicine che abbelliscono il pergolato; sono iniziati i lavori di sistemazione delle siepi (o, almeno, di quello che ne rimane) che contornano le aree verdi; è stata effettuata una parziale pulitura dalle essense infestanti delle aree circostanti il laghetto e delle sue isole (da cui è emersa anche la presenza di una statua risalente ai tempi della costruzione della villa -1910-) ed è stata ripristinata la struttura che era stata predisposta per riparare il cigno e la fauna del laghetto dalle intemperie.
Nella settimana del Ferragosto non verranno effettuati lavori nel parco. In previsione per i prossimi mesi, prima dell'inverno, l'installazione di alcune nuove panchine, delle plancie illustrative e dei nuovi contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti (tutto quanto gentilmente donato) nonché l'ultimazione delle operazioni di sistemazione generale.
In questa pagina potete vedere alcune foto della situazione attuale del Parco.


22.07.2017 - Work in progress


Proseguono alacremente, grazie alla generosa partecipazione ed opera dei nostri volontari, i lavori nel Parco. Nelle scorse settimane è iniziata la pulizia della zona del padiglione Ovest e delle scalinate in pietra di accesso. Contemporaneamente, sono proseguite le operazioni di pulizia dei vialetti ed il recupero delle cunette.
In questa pagina potete vedere alcune foto dell'avanzamento dei lavori.


10.07.2017 - Parco riaperto - Lavori in corso

(Photo Credits: Bruna Ottonelli)



Stamattina, alle ore 11:30, si è svolta presso il Parco una conferenza stampa durante la quale sono stati illustrati i lavori svolti sia da parte dell'ASL-AL che dai volontari e che hanno visto la completa pulizia del laghetto, il secondo taglio dell'erba e l'inizio dei lavori di recupero e pulizia delle cunette che delimitano le varie aree verdi del parco.
All'incontro hanno partecipato alcuni volontari nonché i rappresentanti delle realtà che gestiscono i migranti e che hanno avuto l'occasione di presentare le loro attività alla stampa.
Alle ore 12 il parco è stato riaperto al pubblico e nel pomeriggio sono ripresi i lavori da parte dei volontari, lavori che proseguiranno nelle prossime settimane.


09.07.2017 - Pulizia laghetto completata


Sono stati completati i lavori di pulizia del laghetto (commissionati da ASL-AL, proprietaria dell'area) e la predisposizione per l'installazione dell'impianto di depurazione dell'acqua (a cura e spese di Fondazione C.I.G.N.O.). I lavori sono stati svolti da ditte specializzate nel settore con l'ausilio dei volontari del Parco, che comprendono anche il personale gestito dalle realtà locali attive nel campo dell'accoglienza degli immigrati. A tutti costoro va un sentito ringraziamento per la disponibilità ed il lavoro svolto.
Contemporaneamente, è stato effettuato il secondo taglio dell'erba (anch'esso commissionato da ASL-AL) e sono state iniziate le operazioni di recupero e pulizia delle cunette che delimitano le varie aree verdi del parco, lavoro che proseguirà nelle prossime settimane.
Il parco riaprirà al pubblico nel pomeriggio del giorno Lunedì 10 Luglio p.v.
In questa pagina potete vedere alcune foto delle varie fasi dei lavori.


11.05.2017 - Il Parco di Villa Gabrieli inserito
tra i Parchi più belli d'Italia!


Siamo lieti di comunicare che il Parco di Villa Gabrieli ed il relativo progetto di Healing Garden sono stati inseriti nel network nazionale "Il Parco più bello d'Italia", la guida online ai parchi e giardini italiani che ha lo scopo di valorizzare il patrimonio architettonico e paesaggistico della nostra penisola, stimolando l'interesse e la sensibilità verso il verde nelle sue forme più eccelse, con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, del Ministero dell'Ambiente, del Ministero del Turismo, dell'UNESCO (Luoghi Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO), dell'Automobile Club Italia, del Touring Club Italiano e l'adesione del FAI (Fondo Ambiente Italiano), dell'AIAPP (Associazione Italiana Architettura del Paesaggio) e dell'ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane).
La pagina dedicata al Parco di Villa Gabrieli può essere raggiunta utilizzando questo link oppure cliccando sul logo qui sopra o nella colonna a fianco.